L’alta moda incontra Casa Savoia

L’alta moda incontra Casa Savoia
“ECCELLENZE DI CASA SAVOIA”, il made in Italy come priorità

Il bellissimo Palazzo Capponi Vettori sulle rive del fiume Arno, ha ospitato un’esclusiva cena durante la quale è stato presentato il progetto del Principe Emanuele Filiberto di Savoia, un principe moderno del terzo millennio, che lavora e vive come un cittadino comune.

Da 45 anni ha svolto numerosi progetti di business, a partire dalle posizioni del settore bancario a Ginevra, dove ha lavorato per investitori privati ​​e finanza, per spettacoli televisivi in ​​Italia, festival di San Remo ecc.

Tra le sue numerose attività, le più importanti sono la sua produzione di film indipendenti e una collezione di abbigliamento di grande successo in collaborazione con l’imprenditore di moda Enzo Fusco. Lo scorso anno il Principe Emanuele ha collaborato con Bureau Veritas, una delle organizzazioni più importanti al mondo per la certificazione di prodotti e servizi.

Con loro ha fondato il marchio “Eccellenze di Casa Savoia”, dove promuove e controlla personalmente la qualità dei prodotti made in Italy che entrano nella selezione. Spiegata chiaramente, assomiglia al “By appointment to the Queen” che esiste in Inghilterra, e il principe Emanuele pensa di introdurre il simbolo di eccellenza per diventare un fornitore reale.

A Firenze, dove si è tenuta la cena per una selezione ricercata di ospiti, dai campi dell’aristocrazia, degli affari, dei monarchici e della stampa selezionata. Il marchio “Eccellenze di Casa Savoia” è stato premiato ed è stato assegnato un diploma ad una grande azienda toscana, Tuscan Food Heritage, che opera nel settore dei prodotti locali e la produzione di tipiche prelibatezze toscane.

La sontuosa cena era composta dalle migliori paste fatte a mano e da altre bontà, accompagnata infine da Vin Santo e Cantuccini tradizionali, biscotti di mandorle artigianali. Il principe era molto soddisfatto del livello delle competenze culinarie durante la cena organizzato da Cristina Vittoria Egger, membro del Ordine Dinastico di Casa Savoia.

Oltre a una perfetta evidenza culinaria, un brand di haute couture di vestiti/gioielli, Roxana Pansino, ha presentato abiti da sera durante una sfilata, che era combinata precisamente con l’interno storico ed elegante di Palazzo Capponi Vettori.

Credits: H Fusion Media Group, Dina Aletras

#roxanapansino #florence #hautecouture #highfashion #fashion #moda #royal #prince #luxury #dress #jewel

Roxana Pansino Instagram
H Fusion Media Group

Related Post

Dal nome di una Dea italica a un abito di Alta Mod... Il nome Diana deriva da una Dea italica, con origini latine e romane, tipico della tradizione classica riconducibile alle due radici dyeu o dyeus, il ...
Shahrazād, un sogno che può diventare realtà. Shahrazād è il nome scelto dalla stilista di Alta Moda Roxana Pansino per uno degli abiti in collezione e deriva dal nome di una giovane persiana prot...
Caratteristiche e composizione dell’oro I metalli di valore rappresentano una adeguata cornice per le pietre preziose. L’oro è il materiale più utilizzato in assoluto per la creazione d...
La bellezza assoluta di Afrodite ispira l’abito di... Dea greca dell’Amore, bellezza e arte, Afrodite corrisponde alla Venere dei Romani, è considerata da tutti, divini e mortali, la più bella tra le Dee,...
Come nasce l’Haute-Couture L'haute couture ha radici antiche, nasce nella magica Parigi del XIX secolo, quando, nel 1858 venne fondata la prima casa di alta moda. Charles F...
Una scollatura preziosa su un corpo dorato Negli ultimi anni su passerelle e red carpet si sono distinti abiti dalle scollature mozzafiato e vertiginose, particolarmente profonde anche sulla sc...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: